Scavallando un anno arriva il classico momento di "bilanci e propositi" e la sezione Canoa Agonistica del CUS non vuole tirarsi indietro (d'altra parte noi non ci tiriamo MAI indietro, al limite ci prendiamo un kayak in faccia ma indietro... mai!).

Il 2014 è stato indubbiamente un anno positivo, nonostante le mille difficoltà in cui le nostre 2 squadre si trovano a operare. il CUS A ancora è "orfano" di sede (con conseguente difficoltà logistiche che hanno portato a perdere per strada qualche atleta). i Bordano Bulls invece, come tutti i neonati, ancora devono capire bene il percorso davanti a loro. Anche per i "montanari" infatti le difficoltà derivanti dalla mancanza di una sede vera e propria iniziano a farsi sentire.

Le cose positive, tuttavia, superano di gran lunga quelle negative, regalando a tutti noi molta voglia per l'anno che inizia.
In poco più di un anno, infatti, i Bordano Bulls si ritrovano con una squadra di ben 12 giocatori e possono iniziare a pensare in grande (Serie B, ndr) mentre il CUS A è riuscito a creare una squadra giovane e dalle grandi potenzialità, riuscendo a mettere in difficoltà anche formazioni tradizionalmente più forti.

Tra le cose estremamente positive vanno annotati anche gli eventi, ormai diventati dei classici, organizzati dalla Sezione Canoa del CUS: il torneo internazionale di Cervignano è stata la solita festa della Canoa e il prossimo meeting di Lignano ha registrato il "SOLD OUT" in tempi record. Tutte buone notizie, sia per il movimento canoistico in sè e per sè, sia per la nostra società in senso stretto.

La collaborazione con gli altri club della Regione procede senza intoppi, in particolare con il Kayak Fiume Corno di Castello di Porpetto, e ne è prova la presenza di delegazioni di tutte le squadre alla visita del  Presidente Federale Luciano Buonfiglio a fine novembre sempre a Castello. Il clima che si sta creando in Regione fa ben sperare per il futuro perchè solo collaborando si può proseguire sulla strada che ha portato il Friuli Venezia Giulia a essere una delle regioni con il maggior numero di squadre attive rispetto agli abitanti e, in quest'ottica, continueremo sempre a cercare un confronto costruttivo con tutti.

Venendo al futuro... a fine gennaio entrambe le squadre parteciperanno al meeting indoor di Lignano e con l'occasione potremo testare la nostra preparazione per il prossimo campionato di Serie B.

Perchè sì, avete letto bene, dal 2015 il CUS Udine avrà ben due squadre iscritte al torneo di serie B e... andrà come deve andare, fermo restando che noi... continueremo a pagaiare!

Buon anno a tutti,



PS: Tutta la Sezione Canoa Agonistica si unisce alla squadra di canoa polo del Monaco di Baviera nel ricordo di Jan, amico-avversario sempre presente agli eventi in Friuli Venezia Giulia e recentemente scomparso.